26 novembre 2010

strani fiori nel deserto


Ecco la nuova fatica, di cui al momento non dico altro; solo che fatica, in questo caso, non è un'esagerazione. In realtà messa così sembra quasi che dell'altro da dire ci sia, e che non lo dico per ritegno o per questioni, che so, di riservatezza. Invece macché. Semplicemente è tardi, ho sonno, e devo ancora smaltire la stanchezza delle ore passate a dipingere 'sta tavola. Quindi fine post. Sorry. Molto stringato.

15 novembre 2010

mi ero scordata questo


Rosso Sax. Come farmi mancare un jazzista??

printmaking casalingo


Ancora qualche stampetta, ma stavolta è una cosa seria, diciamo così (e soprattutto crediamoci!). Qui sotto la più grande (e anche la più mia), nata da un vecchio schizzo che stava parcheggiato da qualche parte. Inchiostro nero (ammorbidito con del rosso) su carta preparata con acquarello; dopo la stampa una bella passatina di ecoline, per mettere in evidenza il viso dell'albero. Anzi, dell'albera. Perché è una femminuccia.


Autunno così

Poi i due merletti del post precedente ridotti in materia stampabile. Due le matrici per ciascuna stampa. Ci si diverte, qua, che vi credete???



E qui lo stesso merletto di qui sopra, finito sulla pagina di un libro antico che tratta di politica, se non sbaglio. Ancora ecoline.



E infine un gattone. Perché i gatti ci stanno sempre bene. Stampa arancio su carta inchiostrata a rullo. E per il momento ho finito. Che faticaccia, ragazzi!